Metodologia della Scuola

Il percorso formativo de “il Cantiere della Creatività” è mirato a stimolare la parte immaginativa dell’allievo attraverso esercizi e testi di lavoro scelti per approfondire questa evoluzione. Il corpo e la voce diventano strumenti fondamentali per ricreare sulla scena il lavoro di ricerca creativa svolto dall’allievo, al fine di dare vita ad un teatro di RACCONTO.

Crediamo che sia importante lavorare sulla crescita specifica del singolo allievo, ma anche della sua crescita in relazione al gruppo, e infine del gruppo stesso. Lo scopo è di creare un’energia positiva di lavoro , (qualsiasi sia il corso scelto) che porti al superamento di piccoli limiti personali, per una crescita umana oltre che artistica.

Forme di lavoro e di linguaggio interpretativo

Forme di lavoro e di linguaggio interpretativo utilizzate per Raccontare: un testo teatrale, una narrazione, un’immagine o semplicemente una parola.

84%
Movimento
100%
Coralità
77%
Dialoghi
92%
Comprensione del testo
71%
Comprensione del personaggio
78%
Canto
45%
Monologhi
84%
Coreografie

Gli Insegnanti di Teatro

Salvatore Rondinella

Salvatore Rondinella

Direttore della scuola e dei corsi
Ha iniziato i suoi studi con Carlo Merlo, già titolare della cattedra di Educazione della voce e interpretazione drammatica all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico"...
Matteo Fiori

Matteo Fiori

Nato a Roma nel 1998, inizia ad interessarsi al teatro all’età di 8 anni facendone un mestiere nella maggiore età (18). Negli anni di formazione cresce e studia all’interno del Jobel Teatro diretta dal regista e maestro Lorenzo Cognatti, fondatore e direttore artistico del Gruppo Jobel. Frequentando i loro corsi ha la possibilità di partecipare all’età di 10 anni, al “Festival Nazionale teatro scuola ragazzi”, vincendo con lo spettacolo “Turandot” scritto e diretto da Marco Quircio.
Condividi