STANISLAVSKIJ – Capitolo 1

STANISLAVSKIJ – Capitolo 1

“In questo primo appuntamento, vogliamo parlare di uno dei massimi esponenti dell’insegnamento teatrale e attoriale, promotore di tanti metodi, una sorta di Abramo del teatro. Parliamo di Kostantin Sergeevic Alekseev, più conosciuto con il nome d’arte di Stanislavskij.

Nacque nel 1863 a Mosca. Benché la sua famiglia fosse nota per i suoi vasti possedimenti terrieri e per la ricchezza accumulata con la fabbrica di tessuti e di guarnizioni in oro e argento per le decorazioni delle uniformi militari, gli Alekseev discendevano in linea diretta da una famiglia di servi della gleba. Soltanto la nonna materna di Stanislavskij, Marie Varley, attrice francese, proveniva da un ambiente di artisti. I nove bambini Alekseev crebbero in una famiglia in cui le idee moderne e liberali si mescolavano alle superstizioni della cultura popolare.

Il piccolo Kostja fu allevato da una bambinaia, che era una semplice contadina, e da un’istitutrice, che possedeva una cultura universitaria. Incoraggiati dalla madre Elizaveta, i ragazzi Alekseev impararono a conoscere ogni forma di spettacolo, soprattutto l’opera e il circo,e ad appassionarvisi. Insieme al fratello Volodja, che suonava il piano, Kostja allestì un proprio circo, il “Circo di Konstantin Alekseev”.

Nei panni di direttore-domatore, dirigeva una squadra di cavalli immaginari, facendo saltare le sorelle attraverso grandi cerchi di carta, proprio come la cavallerizze dei circhi veri. Un’altra delle passioni di Kostja era il teatro delle marionette, dove i fondali, le scene mobili e le luci potevano essere costruite in miniatura, il tutto animato in maniera tale da non distruggere l’incanto artistico. Attirando l’attenzione dei bambini e degli adulti del vicinato, e ispirandosi tanto agli spettacoli teatrali quanto alle illustrazioni dei libri, Stanislavskij allestì, curando i più minuti dettagli, scene e interi atti di drammi famosi in cui poteva realizzare sensazionali distruzioni e catastrofi.

Nel 1877 la famiglia Alekseev annunciò la formazione di una propria compagnia di dilettanti, il Circolo Vladimir Alekseev, che presto diventò la migliore compagnia teatrale non professionistica di Mosca. Quando Stanislavskij compì diciotto anni, era ormai chiaro che la sua passione per la scena era assai diversa dall’interesse che poteva provare un semplice dilettante. Nel 1881 cominciò a studiare presso un’accademia di teatro di Mosca. Ma per Stanislavskij il metodo di insegnamento non era né scientifico né adeguato ai singoli attori. Agli allievi veniva semplicemente insegnato come riprodurre i modi di recitare degli insegnanti, e la recitazione era pura imitazione. Dopo tre settimane Stanislavskij lasciò la scuola per ricevere una formazione più professionale presso il teatro Malyj stesso…

Condividi